Siti

La Motoretta

Introduzione al mondo delle due ruote

La mottoretta è un motociclo che presenta ruote di piccole dimensioni; in generale possiamo dire che tutto il mezzo è di dimensioni ridotte.

Già l'invenzione della bicicletta aveva rivoluzionato il sistema di circolazione  ed i tempi di spostamento della popolazione dal momento che accorciava le distanze in modo sensibile e permetteva dunque un notevole miglioremento della qualità della vita.

La motocicletta ottimizzò ulteriormente la velocità degli spostamenti: sempre su due ruote, questo veicolo era stato dotato di un motore.
La ruota anteriore di un motociclo può essere direzionata attraverso un manubrio, mentre quella posteriore è collegata, attraverso la trasmissione, al motore e pertanto dà la spinta al veicolo.
Manovrando il manubrio si ottiene un effetto detto giroscopico: secondo la legge di conservazione del momento angolare un mezzo tende a conservare la stessa direzione su un asse di rotazione ( vedi il giroscopio).

Così avviene che quando si sterza, ad esempio a destra, la ruota posteriore si sposta dalla parte opposta, ad esempio a sinistra, per mantenere l'euqilibrio e la stabilità del mezzo; lo stesso vale per il rollio, cioè quando il veicolo ondeggia attorno all' asse longitudinale, e per l'imbardatura, cioè quando oscilla intorno al baricentro a mò di zig-zag, ciò facilita il ripristino della stabilità.


La vespa e la lambretta sono due esempi eclatanti di motorette italiane, cioè motocicli dalle ruote più piccole rispetto ad un normale motociclo e dalla caratteristica scocca bombata che sostiene una sella di grandi dimensioni, sempre rispetto ad una motocicletta.